Social network e transmedia storytelling: l’utilizzo di Instagram per il laboratorio del TEDLab

Aurora Giardina

Sono Aurora Giardina e mi sono laureata in Informatica Umanistica presso l’Università di Pisa nell’anno accademico 2021/2022. Il mio elaborato di tesi prende il titolo “Social network e transmedia storytelling: l’utilizzo di Instagram per il laboratorio del TEDLab”.

Mi chiamo Aurora, ho 23 anni e vivo in Toscana. Ho frequentato il liceo classico e in quanto amante delle materie umanistiche non ho voluto abbandonare il mio bagaglio di conoscenze per il percorso universitario. D’altra parte, la mia forte passione per l’innovazione e la tecnologia mi ha portato a cercare un percorso che riuscisse ad unire in maniera sinergica gli ambiti di studio apparentemente antistanti e con molta sorpresa ho scovato il magico mondo delle digital humanities. È bellissimo vedere come la tecnologia possa in un certo senso prestarsi al servizio della cultura, della letteratura, del sapere rendendo fruibili anche opere ritenute inaccessibili. Mi affascina molto questo aspetto e credo sia un vero punto di forza per il mondo odierno in quanto rappresenta l’enorme potenziale dell’informatica e della tecnologia. A maggior ragione io in quanto content creator ho potuto apprezzare in maniera ancora più ampia l’inserirsi dei nuovi media nella nostra quotidianità ed è proprio su questo che si fonda il mio elaborato di tesi. 

La tesi

Questo lavoro di tesi si inserisce nel contesto delle attività svolte dal TEDLab, un laboratorio di narrazione transmediale che afferisce all’Università di Pisa e in particolare ai corsi di laurea in Informatica Umanistica.
La narrazione transmediale, dall’inglese transmedia storytelling (TMS), offre la possibilità di creare delle narrazioni distribuite e articolate su una pluralità di media/canali.
Queste iper-narrazioni sono strutturate come una sorta di mosaico/puzzle laddove ogni tessera rappresenta un modulo narrativo autonomo e la ricomposizione dell’intero quadro produce un valore aggiunto. Questo approccio, che fa largo uso delle nuove tecnologie e dei cosiddetti nuovi media, spesso include anche moduli legati ai media tradizionali. Questa vocazione transmediale ibrida e inclusiva consente di utilizzare il TMS sia quale forma narrativa che quale strumento di promozione e marketing. A ciò si aggiunga che spesso il TMS offre ai fruitori momenti di partecipazione attiva, aumentandone l’engagement.
Il TEDLab nel tempo ha avviato cinque progetti, due di ambito teatrale, uno dedicato al paziente pediatrico, uno legato al mondo della performance e uno di area artistico-museale. In questa tesi si descrive e si discute la creazione e la gestione del canale Instagram del laboratorio che è principalmente dedicato alla promozione del TEDLab e dei suoi progetti ma che, inoltre, ospita alcuni elementi narrativi facenti parte delle narrazioni transmediali legate ai diversi progetti. È così che un post, una storia, un reel, un filtro possono essere utilizzati quali strumenti di promozione e/o di narrazione.

L’elaborato presenta tre sezioni introduttive: il TEDLab, il transmedia storytelling e la digital strategy. Il capitolo successivo tratta brevemente della strategia di comunicazione del laboratorio. Viene quindi introdotta e analizzata la gestione del canale Instagram. Questo comprende i prodotti da me realizzati che sono illustrati nelle sezioni successive. Infine, viene analizzato il feedback degli utenti utile e necessario per migliorare la strategia di comunicazione del TEDLab.

Credits: Photo by freestocks on Unsplash

Ti interessa questo progetto?

PER PRESENTARE LA TUA TESI Mettiti in contatto con noi scrivendoci all’indirizzo deltasciencetutoring@gmail.com

Seguici anche sui social!

Rispondi