Diagnosi psicanalitica

La diagnosi è un processo di conoscenza qualitativo, ipotetico-deduttivo, che cerca di definire chi è un soggetto di osservazione, basandosi sullo studio dei contenuti e delle modalità di funzionamento della sua psiche, tramite l’uso di diversi strumenti (colloqui, interviste, questionari, test…). Essa è uno strumento essenziale, all’inizio del processo di analisi, per capire chi è il paziente che si presenta a noi e che tipo di lavoro sia possibile eseguire in modo efficace e compatibile alle peculiarità dell’individuo. L’obiettivo del processo diagnostico è quindi capire quale sia la particolarità della sofferenza del paziente e quanta sia la forza della sua struttura, al fine di valutare l’opportunità e la modalità di un trattamento psicologico.
L’indagine diagnostica a orientamento psicanalitico muove dal superficiale (sintomo) al profondo (cause), dall’elemento isolato alla struttura di personalità, dal presente al passato e viceversa. I sintomi e i comportamenti, secondo il modello psicanalitico, sono il riflesso dei processi inconsci e sono in relazione con i conflitti e le difese.

Nella presente dispensa, vengono presentati, punto per punto, i passaggi chiave per elaborare una mappa concettuale e affettiva di cosa sta accadendo nella realtà del paziente.
Inizialmente, viene presentato il dibattito sui concetti di normalità e patologia, articolando le diverse concettualizzazioni di normalità rispetto a criteri esterni (norma statistica o ideali socialmente stabiliti) e al vissuto soggettivo, facendo riferimento al concetto di sofferenza.
Seguendo la linea guida di “La Diagnosi Psicoanalitica” di Nancy McWilliams, viene successivamente trattata la raccolta dei dati anamnestici. Questo processo, più di una meccanica raccolta di informazioni, nel modello psicanalitico diventa una vera e propria prima sintonizzazione col paziente che permette di approfondire alcuni aspetti e argomenti che il paziente ci porta. Oltre alle “classiche” informazioni che contraddistinguono una qualsiasi anamnesi, vengono approfondite alcune sottigliezze e aspetti chiave a cui prestare attenzione, come lo stato affettivo, il tono del linguaggio, l’esame di realtà ecc.
La seconda parte della dispensa si occupa dell’approfondimento dei conflitti e dell’organizzazione di personalità che caratterizzano l’individuo che si presenta a noi. Le dinamiche conflittuali vengono, quindi, enumerate, descritte e associate alle fasi dello sviluppo psicosessuale durante il quale possono insorgere, mentre i livelli di organizzazione della personalità vengono approfonditi in maniera più estesa. L’organizzazione della personalità viene analizzata seguendo una prospettiva diagnostica bidimensionale (biassiale), che si focalizza sul livello d’integrazione dell’Io (il suo sviluppo e i punti di fissazione, che definiscono il tipo di struttura di personalità del soggetto – nevrotico, borderline o psicotico) e sulla dimensione difensiva (i meccanismi di difesa maggiormente adoperati dal soggetto, la modalità di relazione con l’ambiente, cioè il carattere dell’individuo).  Le strutture di personalità nevrotiche, borderline e psicotiche vengono approfonditamente e differenziate facendo riferimento ai meccanismi di difesa che le contraddistinguono. Infine, quest’ultimi vengono descritti adottando la divisione tra meccanismi di difesa primari e secondari e indentificando come un fondamentale obiettivo della terapia il passaggio dai primi a quest’ultimi.

I concetti chiave della dispensa sono corredati da esempi e casi clinici che facilitano la comprensione degli argomenti trattati. La presente dispensa è pensata per gli studenti universitari che frequentano l’esame di “Diagnosi Psicanalitica” del corso di Psicologia Clinico-dinamica (Università Degli Studi di Padova) e per gli appassionati che cercano una guida nell’affrontare questa impegnativa tematica.

A partire da 4.99 €

upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/a/...
Docsity, appunti, esami, dispense per gli studenti - Collaboriamo!
Skuola.net | spaziogiovanierba

Woman photo created by prostooleh – www.freepik.com

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Rispondi